mercoledì 5 dicembre 2012

Trucco sposa

 Saper realizzare un trucco adatto al matrimonio è di fondamentale importanza. Tutte le spose, o quasi, ingaggiano un make up artist che realizzi per loro un trucco impeccabile che le renda più belle nel giorno più importante della loro vita.
Ci sono innanzi tutto alcune regole da tenere presente e che non bisogna assolutamente ignorare.

1. Il trucco della sposa deva durare per tutto il giorno e deve resistere a lacrime, baci, ecc.
2. Il trucco della sposa deve risultare perfetto in fotografia perché il book del matrimonio sarà il ricordo che resterà di quel giorno per tutta la vita.
3. Il trucco della spesa deve "sembrare" molto semplice. E' importante non cadere nell'errore di eseguire un make up troppo caricato o volgare.
4. Il trucco della sposa deve essere correttivo perché ogni sposa vuole sembrare più bella nel giorno del suo matrimonio.

Per prima cosa bisogna eseguire una base impeccabile e per far questo dobbiamo utilizzare un primer che garantisca la durata del fondotinta. Vi consiglio Hourglass’s Mineral Primer Base. Applicate il primer in ogni punto in cui stenderete il fondotinta e quindi anche sul collo e decolté. 
Come fondotinta utilizzate un prodotto che garantisca una buona copertura e che sia adatto al tipo di pelle della cliente. Se la sposa ha la pelle grassa evitate cosmetici che contengano siliconi o che siano troppo grassi.
Tendenzialmente, per queste occasioni, io utilizzo il paint stick della Kryolan che è un fondotinta che viene utilizzato per le riprese video. Questo cosmetico ha una resa formidabile sia in fotografia che in video. Scegliete tre tonalità di fondotinta che siano adatte alla vostra cliente, una dello stesso tono della pelle della sposa, una di due toni più chiara e una di due toni più scura. Una volta individuate le nuance realizzate una base correttiva in base alla forma del viso della vostra cliente (vedi pagina dedicata al trucco correttivo). Una volta terminata la base fissate il tutto con una cipria trasparente in polvere e ultimate il tutto con un blash dal tono delicato (rosa o color pesca). 
Per gli occhi evitate un trucco troppo vistoso. Vi consiglio di realizzare una bordaura della rima ciliare superiore utilizzando una matita ben appuntita. La bordatura deve intensificare la rima ciliare e riempire i piccoli spazi tra un ciglio e l'altro. Questo metodo necessita una mano ferma e bisogna stare attenti a non creare una linea tipo eye liner, perché non è questo il nostro scopo. Per realizzare la bordatura in modo corretto potete realizzare dei trattini intermittenti lungo la rima e unirli successivamente utilizzando un pennillino apposito. In questo modo sarete sicuri di non eseguire una bordatura troppo spessa e vistosa. Se la vostra sposa è bionda o dai capelli ramati, eseguite una bordatura utilizzando una matita marrone, se invece è mora o castana optate per il nero.
Vi ricordo di utilizzare matita e mascara waterproof in modo che il trucco resista a lacrime di commozione. 
A questo punto eseguite un trucco con toni naturali. Potete scegliere un ombretto rosa chiaro opaco o shimmer per la palpebra mobile e un ombretto marrone per eseguire la mezza luna che intensifichi la piega palpebrale. In alternativa consiglio l'utilizzo di un ombretto perlato per la palpebra mobile e uno grigio chiaro o medio per la mezza luna. Evitate di utilizzare ombretti colorati tipo viola, verde,ecc. Nel trucco sposa si può realizzare anche uno smokey eye ma sempre utilizzando dei toni nude. Una volta applicato l'ombretto intensificate la bordatura per dare maggior risalto allo sguardo. Utilizzate un illuminante e applicatelo sotto l'arco delle sopracciglia e all'interno dell'occhio. Per finire utilizzate un piegaciglia per aprire lo sguardo e usate abbondante mascara nero o marrone scuro (per le bionde).
Se volete utilizzare delle ciglia finte scegliete una tipologia abbastanza naturale, oppure applicate le ciglia a ciuffetti. 
Per le labbra optate per toni naturali. Se volete aumentare il volume delle labbra potete farlo ingrandendo il bordo naturale con la matita (vedi pagina dedicata al trucco correttivo). Cercate di non aumentare le dimensioni delle labbra più di un millimetro altrimenti la correzione risulterà troppo evidente. Applicate la matita su tutta la bocca e poi incipriate. Adesso rimarcate il contorno delle labbra e applicate il rossetto con un pennello apposito. Incipriate nuovamente la bocca e ultimate il make up rimarcando nuovamente il contorno con la matita e applicando ancora il rossetto. Questo procedimento garantirà al vostro trucco una lunga tenuta. Il rossetto resisterà a sorsi di champagne, baci, ecc.
 Come ultimo accorgimento consigliate alla sposa di portarsi con sè cipria e rossetto per eventuali ritocchi.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

martedì 27 novembre 2012

Come aumentare le labbra con il trucco


Un trucco molto richiesto è quello per aumentare le labbra. Questa operazione è abbastanza semplice ma bisogna stare attenti a non strafare, altrimenti si rischia di avere un effetto innaturale. La tecnica consiste nel dipingere la parte di pelle intorno al contorno naturale delle labbra e ricreare una forma più
voluminosa.
Come prima cosa dobbiamo utilizzare una matita dello stesso colore delle labbra. Questo servirà per evitare che quando andremo ad applicare il rossetto si noti una differenza di colore tra il contorno naturale delle labbra e la parte “aggiunta” da noi.
Una volta che avremmo dipinto la pelle dello stesso colore della mucosa labiale, dobbiamo incipriare le labbra e stendere il rossetto sulla forma da noi disegnata. Ricordatevi che se vogliamo far sembrare le labbra più voluminosa dovremmo utilizzare dei toni rossi e accesi, oppure un colore scuro come il prugna o il mattone.
Nell’immagine dimostrativa vedrete esattamente come disegnare un contorno più grande per le labbra piccole.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

martedì 20 novembre 2012

Trucco correttivo: Il viso a Rombo

Continuiamo a parlare di trucco correttivo. Vorrei aggiungere ai miei post precedenti un'altra tipologia di viso che generalmente non viene analizzata. Mi sto riferendo al viso a rombo che ha la particolarità di avere la fronte e la mandibola più strette rispetto agli zigomi. Questo crea una vera forma a rombo.
Il modo migliore per truccare questo viso è come sempre giocare sui chiaroscuri.
Partiamo scegliendo due tonalità di fondotinta. Uno piuttosto chiaro, vicino al tono della nostra pelle e uno più scuro di due toni. Il fondotinta scuro va applicato ai lati del viso, in particolar modo nella zona più prominente (zona A dell'immagine). Nel caso in cui il volto presenti un mento piuttosto appuntito, occorre ombreggiare anche la parte finale del mento (zona C dell'immagine.
Il fondotinta chiaro va applicato sul resto del volto. Ricordatevi di non creare stacchi troppo evidenti tra un tono di fondotinta e l'altro, ma cercate sempre di sfumarli nel modo più naturale possibile.
Fissate il tutto con una cipria trasparente. Come ultimo step applicate un blush di un bel colore rosa brillante sui pomelli degli zigomi. Per individuare il punto esatto fate sorridere la vostra cliente e applicate il cosmetico nella parte più prominente delle guance (zona B dell'immagine). Questo accorgimento servirà per catturare l'attenzione dell'osservatore nel centro del viso, facendo sembrare il viso a rombo più proporzionato.
Generalmente questo tipo di viso risulta piuttosto gradevole e occorre di un trucco correttivo solo se l'effetto a rombo è eccessivamente evidente.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

lunedì 19 novembre 2012

Il trucco anni 70

Gli anni 70 sono un decennio molto interessante da un punto di vista generazionale. Gruppi storici come The Doors e i Rolling Stones fanno da sfondo a un profondo cambiamento culturale dove i giovani cominciano ad aggregarsi e a contestare la società e il governo. Sono gli anni dei figli dei fiori, gli anni di Woodstock, ma sono anche anni in cui la droga e gli acidi vengono utilizzati come mezzo di evasione e di protesta.
In questo contesto notiamo un cambiamento profondo anche nella moda e nel make up. Le donne utilizzano sempre di più i pantaloni e, in particolare, quelli a zamba di elefante. I tacchi diventano zeppe e le camicette hanno stampe multicolore con linee geometriche.
I modelli di bellezza di questa decade sono Farah Fawcett, regina indiscussa del piccolo schermo, e Brigitte Bardot, considerata una delle donne più belle al mondo. Un personaggio molto particolare, destinato ad avere un'influenza decisiva sui modelli di bellezza è quello di Barbarella, nata prima nei fumetti e poi trasferita sul piccolo schermo. Ma vediamo adesso nel dettaglio il trucco anni 70.
Notiamo subito nell'osservare le foto che tutti i modelli di bellezza di quegli anni hanno capelli color biondo cenere, lunghi e voluminosi. Il trucco diventa più semplice, rispetto al decennio precedente. Le sopracciglia non vengono più marcate, ma, al contrario, si tende ad assottigliarle il più possibile. Si comincia a fare uso di prodotti illuminanti per mettere in risalto gli zigomi e l'arcata sopracciliare.
Il rossetto è rigorosamente nude, si usano toni color carne o in alternativa lucida labbra. Anche gli occhi vengono truccati con toni naturali. Si tende a usare ombretti shimmer dei vari toni del marrone. Per la sera si usa anche l'oro e il bronzo. L'eye liner viene usato, ma in maniera più sobria rispetto al decennio precedente, si preferisce utilizzare la matita nera perché ha un tratto più morbido e meno netto. Le ciglia finte continuano ad essere usate ma si predilige un effetto più naturale e meno appariscente rispetto agli anni '60. In definitiva in questa decade si tende a togliere, invece che aggiungere. Si predilige una bellezza più naturale e meno artificiosa, la donna acquista una nuova femminilità, dall'aspetto più forte, grintoso e indipendente.





Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

giovedì 15 novembre 2012

Il fondotinta per chi non ama il fondotinta

Ciao ragazze,
molte di voi mi hanno chiesto dei prodotti alternativi al fondotinta che siano in grado di coprire le imperfezioni ma senza che il cosmetico sia visibile. Quello che a molte donne non piace è sopratutto l'effetto maschera, purtroppo se non si ha una pelle perfetta la base deve essere eseguita con cura e questo rende indispensabile l'utilizzo di un fondotinta.
In commercio ci sono dei cosmetici eccezionali che si applicano con estrema facilità, creando una buona copertura ma con un risultato invisibile.
Oggi vi parlerò di due prodotti ideati proprio per accontentare chi desidera un effetto nude e naturale. Sto parlando del fondotinta Face & Body di Make up Forever e della Mac.
Face & Body di Make up Forever ha una texture in gel e si assorbe molto facilmente. Lo si può stendere sia con le dita che con il pennello. Questo cosmetico è stato ideato sia per truccare il viso ma anche il corpo e il suo effetto è ultra naturale. Ovviamente la copertura è leggera, quindi se dovete coprire brufoli, occhiaie e altre imperfezioni dovete utilizzare un correttore.
Dopo aver steso il fondotinta noterete una pelle luminosa e compatta. Questo prodotto è fatto per il 70% d'acqua, quindi è molto leggero e si fonde perfettamente con la vostra pelle. Se volete mantenere un effetto luminoso potete persino evitare di applicare la cipria, perché questo fondotinta è così leggero da non rendere indispensabile l'utilizzo della polvere. Face & Body è ideale per un trucco da giorno, per la scuola o per il lavoro. Grazie a questo cosmetico eccezionale potrete avere una pelle meravigliosa e sembrare completamente struccate.
Un prodotto analogo è Face & Body della Mac. Personalmente preferisco di gran lunga il cosmetico della Mac up Forever perché il fondotinta di Mac ha una copertura troppo leggera, una consistenza liquida e un effetto finale troppo lucido. Face & Body di Mac lo ritengo utile solo per il trucco del corpo (braccia e gambe) ma non per il viso.
Ovviamente ogni cosmetico ha una resa diversa in base alla pelle su cui viene applicato. Probabilmente Face and Body di Mac può avere un bell'effetto sulle pelli secche e senza imperfezioni.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

mercoledì 14 novembre 2012

Come usare l'illuminante

Ciao ragazze,
oggi voglio parlarvi di un prodotto che è diventato un vero e proprio must negli ultimi anni, ovvero l'illuminante.
Questo cosmetico serve per mettere in risalto i punti luce e dare un aspetto più glamour al vostro make up.
Tra i vari prodotti presenti sul mercato, quello che mi sento di consigliarvi è senza dubbio What's Up della Benefit che, grazie alla sua texture ultra modellabile, vi permette di aver un effetto più sobrio o più intenso, in base alle vostre esigenze.
Il cosmetico si presenta in stick con una spugnetta sul retro per aiutare l'applicazione. Oltre ad avere un design molto accattivante, questo illuminante è perfetto per qualsiasi occasione.
L'illuminate va applicato al termine del vostro make up, dopo aver steso la cipria, perché il suo scopo è quello di creare dei punti luce sul volto. Le zone dove va applicato l'illuminate sono lo zigomo alto e laterale, il centro della fronte, sopra l'arco di Cupido delle labbra, sotto la coda delle sopracciglia, nell'angolo interno dell'occhio e, volendo, nel centro del mento. Il mio consiglio è quello di non esagerare, onde evitare di sembrare una lampadina. Se utilizzate l'illuminante per dare luce agli zigomi evitate di applicarlo anche sul mento e sulla fronte, mentre potete aggiungere un tocco di luce sopra l'arco di Cupido e sotto le sopracciglia.
L'illuminante si può utilizzare anche sopra il rossetto per un effetto gloss o sull'ombretto per valorizzare il trucco degli occhi. In questo caso applicate il prodotto con il polpastrello con tocchi delicati, in modo da non portare via il trucco sottostante.
Come vi ho già detto in precedenza, se non siete giovanissime evitate di usare prodotti shimmer o illuminanti perché tendono a mettere in evidenza le rughe, le palpebre gonfie e rilassate. Per le pelli più matura è bene utilizzare un trucco ultra mat, ma se siete giovani divertitevi a dare luce al vostro make up.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

lunedì 12 novembre 2012

Trucco anni 60

Gli anni sessanta sono il decennio in cui la donna diventa protagonista e desiderosa di affermarsi in un mondo governato da uomini.
La contestazione femminile diventa uno strumento per dare voce ai diritti delle donne e finalmente il gentil sesso si esprime in tutta la sua esuberanza e creatività. 
Miti come Twiggy, Brigitte Bardot, Audrey Hepburn e Sophia Loren sono rimasti indelebili nel firmamento delle star fino ai gironi nostri ed hanno dettato legge nella moda e nel make up. 
Negli anni '60 il trucco è incentrato tutto sugli occhi che devono essere valorizzati al massimo, fino a farli sembrare enormi. 
Osservando la foto in alto si nota subito come il make up di Twiggy fosse tutto incentrato sullo sguardo. La tendenza è quella di marcare al massimo la piega palpebrale con ombretti scuri (nero o marrone), la palpebra viene messa in risalto con colori chiarissimi (rosa, celeste o bianco), le ciglia finte vengono usate non solo sulle ciglia superiori ma anche su quelle inferiori. In alternativa le ciglia inferiori vengono dipinte con la matita nera creando un effetto bambola (vedi foto). L'occhio viene ulteriormente ingrandito utilizzando la matita bianca nella rima interna. 
Le labbra vengono truccate con colori tenui e naturali, così come il fard. 
Per le sopracciglia, il trucco di questi anni segue due tendenze: totalmente depilate (come nel caso di Mina), oppure spesse e squadrate (Sophia Loren, Audrey Hepburn). 
Guardando la foto a lato di Sophia Loren notiamo come l'eye liner è stato applicato non solo sulla rima ciliare superiore ma anche su quella inferiore. Le line sconfinano esternamente senza toccarsi, allungando e ingrandendo l'occhio, creando un effetto ad occhi di gatto che era molto in voga in quegli anni. Le sopracciglia sono marcate con la matita, sopratutto nel tratto della coda, conferendo ad uno sguardo più intenso e magnetico.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.



mercoledì 7 novembre 2012

Il trucco anni 50

Gli anni '50 sono il decennio delle pin up, gli anni del mito di Marilyn e di Elisabeth Taylor. Mai come in questo decennio la donna è stata più femminile nel suo modo di vestirsi e di truccarsi. In questi anni Dior propone la gonna corolla e il corsetto per stringere al massimo il punto vita. L'ideale di donna è formosa, sensuale, dall'immagine rassicurante e accogliente.
Il trucco degli anni '50 è intramontabile. Ancora oggi molte attrici sfoggiano un make up ispirato a questo decennio sul red carpet.
Le labbra sono protagoniste, rigorosamente rosse e carnose. La linea del rossetto è arrotondata, ma non a forma di cuore come negli anni '30, bensì vengono leggermente smussati gli angoli dell'arco di Cupido e si tende a bordare le labbra anche sul vermiglio per creare una bocca più piena e sensuale.
L'incarnato si fa più luminoso e viene fatto un uso sapiente dei punti luce che vengono valorizzati con polveri illuminanti. Il fondotinta deve essere molto coprente per garantire una pella da bambola. Le guance vengono esaltate da blash color rosa pallado per conferire un'aria fanciullesca.
Gli anni '50 sono gli anni dell'eyeliner che viene applicato con un tratto molto sottile che va man mano ad allargarsi verso l'esterno della palpebra per poi finire a forma di virgola in sù. Questo trucco serve per allungare e sollevare la parte esterna dell'occhio. La palpebra viene truccata in modo molto naturale, con toni color carne o a volte, come nel caso di Marilyn, veniva applicato un ombretto illuminante, rosa chiarissimo sulla palpebra mobile e un ombretto di rosato ma molto più scuro sulla piega palpebrale, in modo da creare una mezza luna. L'ombretto illuminante viene applicato anche sotto la coda delle sopracciglia per illuminare e aprire lo sguardo e sulla parte alta degli zigomi.
Le ciglia finte sono un must del make up anni '50 e diventano vistose ed esuberanti per creare un trucco  in pieno stile pin up. Le sopracciglia vengono portate ad ala di gabbiano e sovente vengono marcate con la matita per valorizzare lo sguardo.
I capelli in questi anni vanno di moda corti e cotonati, ma anche lunghi, voluminosi e con una frangia molto netta. I colori più diffusi sono il biondo platino, il nero corvino.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

martedì 6 novembre 2012

Il trucco anni 40


Decennio di grande importanza cinematografica, negli anni '40 dive come Rita Hayworth e Katherine Hepburn hanno dettato le regole dello stile e dell'eleganza.
In questi anni le sopracciglia ritornano ad avere una forma più naturale, ad ala di gabbiano. Si predilige un incarnato chiaro, quasi di porcellana, con un unico tocco di colore sulle guancia, utilizzando blush rosati e color pesca. 
Gli occhi sono messi in risalto con l'utilizzo di ciglia finte, rigorosamente di visone, che intensificano lo sguardo senza creare un effetto troppo artificiale. Le palpebre sono valorizzate da ombretti dai toni naturali, color carne, che hanno l'unico scopo di creare chiaroscuri in grado di allungare la forma dell'occhio. La palpebra inferiore non viene più truccata con l'ombretto come negli anni '30, ma viene semplicemente bordata con la matita. 
Negli anni '40 il trucco era tutto incentrato sulle labbra, che potevano avere tutte le sfumature del rosso e del rosa. La forma del labbro superiore veniva arrotondata, come nel decennio precedente, mentre al labbro inferiore veniva data una forma squadrata. 
In questi anni le donne si tingevano i capelli di rosso o di castano ramato, come la grande Rita Hayworth. Le acconciature scendevano fino alle spalle con morbide onde. I capelli venivano portati all'indietro con la riga di lato, lasciando la fronte completamente scoperta.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

mercoledì 31 ottobre 2012

Il trucco anni 30

Ciao ragazze, oggi parleremo del trucco degli anni '30, un decennio ricco di fascino e stile che continua ancora oggi ad influenzare stilisti e artisti. Negli anni Trenta la carnagione doveva essere assolutamente chiarissima, un colorito tendente a bianco pallido o all'avorio. l?unico accenno di colore era concesso alle guance che venivano valorizzate con un fard rosa. Le ciprie avevano colori tendenti al violetto, per conferire all'incarnato un colore freddo e nordico. Le palpebre venivano valorizzate con lo smokey eye, che vede la sua nascita proprio in questo decennio. L'ombretto veniva applicato sia sulle palpebra mobile che su quella inferiore, creando un effetto sfumato. I colori utilizzati spaziavano dal blu, al viola, verde, marrone e rosa orchidea.
Grande importanza veniva data alle ciglia superiori che dovevano essere arcuate e valorizzate al massimo con il mascara.
Le sopracciglia dovevano essere sottilissime e delineate con una matita kajal. Alcune donne depilavano completamente le sopracciglia e le ridisegnavano altissime. Il trucco delle labbra è forse l'unico make up che non è stato riproposto negli anni. Il contorno del labbro superiore veniva fatto a forma di ali di rondine, con un effetto molto tondeggiante e decisamente poco naturale. Lo smalto veniva applicato solo su metà unghia, lasciando esposta la mezza luna bianca. I colori utilizzati per laccare le unghie erano il viola il rosso, lilla, verde smeraldo, grigio perla, rosa pallido, blu e persino il nero. Tra le dive di maggiore successo di questo decennio ricordiamo Marlene Dietrich (vedi foto), Jean Harlow e Ginger Rogers.




Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

venerdì 26 ottobre 2012

Video tutorial per Halloween

Ciao ragazze, oggi voglio condividere due video della bravissima Shiva Queen per ispirare il vostro trucco di Halloween. I tutorial spiegano molto bene come eseguire il make up ma, essendo piuttosto elaborati, necessitano di una certa esperienza. Buona visione e, sopratutto, buon Halloween!!!!


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

lunedì 22 ottobre 2012

Come avere un look da Red Carpet.

Simone Belli è un truccatore molto famoso, sopratutto tra le celebrità italiane. La sua professionalità lo vede protagonista in ogni ambito creativo: dal cinema al teatro; dalla televisione alla moda; dalla musica all’arte. Molti i brand del pret â porter che richiedono nel tempo la sua presenza nei loro spettacoli e defilè: Fendi, Laura Biagiotti, Roberto Cavalli, Gucci e Armani, soltanto per citarne qualcuno, a cui si affiancano importanti Maison dell’Alta Moda come Marco Coretti, Raffaella Curiel, Lorenzo Riva, Fausto Sarli. Il mondo del cinema diventa la scenografia di vita di Simone Belli, grazie al suo ruolo di make up artist di personaggi famosi dello show business nazionale ed internazionale: Monica Bellucci, Tilda Swinton, Sharon Stone, Emmanuelle Béart, Nadege, Afef Jnifen, Eva Herzigova, Eva Riccobono, Alek Wek, Asia Argento, Claudia Gerini, Claudia Pandolfi, Carolina Crescentini, Ambra Angiolini, Cristiana Capotondi, Nicole Grimaudo, Laura Chiatti, Pier Francesco Favino, Raoul Bova, Christian De Sica, Valeria Golino, Riccardo Scamarcio, Isabella Ragonese, Caterina Murino, per citarne solo alcuni. Anche la televisione richiede la sua indiscussa arte offrendogli trasmissioni sui canali nazionali di Rai, Mediaset e TMC come “Domenica in”, “Oltre moda”, “Matrix”, “Buona Domenica”, “La vita in diretta”, “Uno Mattina”, “Il tappeto volante”, il “Bagaglino” e molti altri. In questo video tutorial svela come avere un look da Red Carpet con i trucchi L'Oreal.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

venerdì 19 ottobre 2012

Gina Brooke. La truccatrice delle star svela i suoi segreti.

Gina Brooke è considerata tra le migliori make up artist al mondo. Oltre ad essere stata la direttrice artistica per Shu Uemura collabora attualmente con Make up Forever ed è la truccatrice di Madonna.
Gina Brooke ha ideato il make up della cantante per il suo ultimo tour ed è sempre al suo fianco durante la tournee per farla sempre apparire al meglio durante lo show.
Tra i vari segreti della bellezza intramontabile della rock star c'è un prodotto considerato da Gina infallibile per l'ottima resa del make up. La truccatrice utilizza prima del trucco Phyto-Black Lift Mask, un gel che leviga la pelle, migliora l’elasticità e lotta contro le rughe (se applicato dopo la doccia, quando i pori della pelle sono aperti, il risultato è immediato). Questo primer crea un effetto lifting immediato ridefinendo i contorni del viso con un semplice gesto. Oltre a questo fa durare il trucco per tutto il giorno. 
Da quando Gina è diventata la truccatrice personale di Madonna, il look della cantante si è addolcito. Sono lontani i giorni in cui la rock star sfoggiava sopracciglia marcate e rossetti fiammanti, adesso il look di Madonna è molto nude, composto essenzialmente da una linea di eye liner, una mezza luna eseguita con toni naturali, un contouring adatto al suo viso e rossetti dai toni delicati. Gina preferisce non utilizzare colori troppo accesi per le labbra perché sostiene che tendono a invecchiare il volto, quindi sceglie il rosso solo in rare occasioni. 
Nell'ultimo concerto, Madonna appare con le labbra rosso fuoco soltanto nella parte centrale dello spettacolo e personalmente anch'io ritengo che questo look indurisca un po' il suo volto.
Il tempo che Gina ha a disposizione per eseguire il make up della cantante durante il tour è di quarantacinque minuti, dove deve riuscire a realizzare un trucco a prova di sudore. Un primer utilizzato dalla truccatrice, appositamente per il tour, è Hourglass’s Mineral Primer Base, un prodotto imbattibile se il make up deve resistere a cambi d'abito, acrobazie e sudore. Il segreto dell'incarnato perfetto di Madonna è una miscela di fondotinta di vari colori. Nessun viso é di un unico colore, bisogna saper mischiare diversi toni per aggiungere all’incarnato un tocco di personalità pur mantenendo un aspetto estremamente naturale. A differenza di molti make up artist delle celebrities, Gina Brooke punta tutto sulla luminosità, evitando di accentuare gli zigomi con blush troppo colorati.
Un bravo make up artist non deve solo essere bravo tecnicamente ma deve capire esattamente cosa può valorizzare il cliente, avere buon gusto e, sopratutto, far sembrare il viso poco truccato, in modo da conferire un aspetto estremamente naturale. Gina Brooke è considerata una numero uno nel suo campo proprio perché riesce a fare tutto questo con estrema maestria.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

giovedì 18 ottobre 2012

Linea Cosmetica del Dott. Brandt



Be Famous Academy
 - Corsi di trucco professionale.

Via Gaspare Gozzi 5 - 20129 Milano
Tel. 0237647432
www.befamousacademy.it
info@befamous.it

Ciao ragazze,
oggi vi parlerò della mia linea cosmetica preferita. Ho sperimentato alcuni prodotti adatti al mio tipo di pelle e ne sono rimasta molto soddisfatta. Mi riferisco alla linea del Dott. Brandt, famoso medico estetico americano che ha ideato una linea di cosmetici di ultima generazione.

Tra i vari prodotti, ho comprato una crema esfoliante per il viso e una crema per minimizzare i pori (vedi immagini).

La crema esfoliante crea una microdermoabrasione  che lascia la pelle liscia, vellutata e luminosa. Ripetendo il trattamento una volta a settimana i pori si levigano e l'incarnato diventa più uniforme. E' un vero proprio trattamento di bellezza che non ha niente da invidiare da quelli eseguiti nei saloni di bellezza. Questa crema è formidabile, specialmente per chi ha la pelle grassa e ha la tendenza ad avere punti neri.

Un altro prodotto che ho sperimentato è Pores no more, una crema che affina i pori all'istante, lasciando la pelle setosa e dal colorito uniforme. Questa crema può essere usata come base per il trucco. Oltre ad affinare i pori è una vera e propria crema opacizzante che permette alla pelle di rimanere perfettamente opaca per tutto il giorno. All'interno sono presenti dei principi attivi che curano la pelle grassa, normalizzandola nel tempo.
Pores no more è disponibile anche nella versione colorata. Questa variante permette in un solo gesto di affinare i pori, opacizzare la pelle e, grazie al tocco di colore presente all'interno, rende superfluo il fondotinta. Consigliatissima per tutte le donne che amano un trucco nude e non hanno molto tempo per truccarsi al mattino.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

martedì 9 ottobre 2012

Stefano Anselmo


Be Famous Academy - Corsi di trucco professionale.

Via Gaspare Gozzi 5 - 20129 Milano
Tel. 0237647432
www.befamousacademy.it
info@befamous.it

Stefano Anselmo, uno dei truccatori più famosi d'Italia, svela i i suoi segreti.






Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

lunedì 8 ottobre 2012

Come applicare le ciglia finte


Be Famous Academy - Corsi di trucco professionale.

Via Gaspare Gozzi 5 - 20129 Milano
Tel. 0237647432
www.befamousacademy.it
info@befamous.it



L’applicazione delle ciglia finte richiede una certa pratica e manualità.
La prima cosa da valutare è se le ciglia che abbiamo a disposizione sono della lunghezza giusta. Per far questo dobbiamo appoggiarle sull’occhio e vedere se sono della dimensione giusta. Se dovessero essere troppo lunghe, dobbiamo tagliare il pezzo eccedente.
A questo punto afferriamo le ciglia finte dal centro con l’aiuto di una pinzetta, avendo cura di lasciare libero il bordo dove andrà applicata la colla. Con l’altra mano teniamo l’adesivo apposito e applichiamo una striscia sottile di prodotto sul bordo delle ciglia finte. Più lasceremo asciugare la colla, più difficile sarà spostarle una volta che le avremo applicate. Se non siete esperte evitate di far asciugare il collante e applicatele subito, appoggiando prima la parte centrale e subito dopo le parti laterali. Fate tutto con l’aiuto della pinzetta, in modo da essere più precise. Le ciglia finte vanno attaccate alla radice delle vostre ciglia naturali. Attendete qualche istante che la colla si asciughi e infine utilizzate un piegaciglia per arcuare le vostre ciglia naturali e unirle ancora più saldamente a quelle artificiali. 
Per quanto riguarda le ciglia finte e ciuffetti il procedimento è lo stesso, con la differenza che vanno applicate un pezzo alla volta. In questo modo possiamo decidere di applicare le ciglia solo nella parte esterna dell’occhio (metodo per allungare l’occhio). 
Ricordatevi che le ciglia finte vanno indossate dopo aver messo il mascara e mai prima. Il mascara non va mai usato direttamente sulle ciglia finte, altrimenti si rovineranno presto. 


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

lunedì 1 ottobre 2012

Il trucco di Charlize Theron

Be Famous Academy - Corsi di trucco professionale.

Via Gaspare Gozzi 5 - 20129 Milano
Tel. 0237647432
www.befamousacademy.it
info@befamous.it



Oggi parleremo della bellissima Charlize Theron e come ottenere un make up come il suo.
La prima cosa che si nota guardando il volto dell'attrice è la luminosità della sua pella, data da un'abbronzatura dorata.
Per la base di Charlize mischierei un po' di primer HD della Make up Forever (il tono Caramel) con il fondotinta della Mac Matchmaster 3.0. Con un pennello da fondotinta stenderei la miscela ottenuta sul volto e il collo dell'attrice. Per ricreare un effetto abbronzato utilizzerei la terra della Mac, Bronzing Powder, nella tonalità Golden.  A questo punto fisserei la base con una cipria trasparente e finissima. 
Gli occhi di Charlize sono truccati con dei toni che tendono al bronzo, con un tipico smokey eye in stile anni '30. Per lei utilizzerei la palette Naked della Urban Decay (vedi immagine). 
I toni da utilizzare sono il 6, 7 e 8, partendo da sinistra. Sulla palpebra mobile applicheremo il n° 6 nella parte interna e il n° 7 nella parte più esterna. A questo punto utilizzeremo l'ombretto più scuro (8), per sottolineare la piega palpebrale e l'angolo esterno dell'occhio. Per la palpebra inferiore useremo sempre l'ombretto n°8 per dare intensità allo sguardo. Sfumate con cura i tre ombretti per avere un trucco perfetto e privo di stacchi di colore. A questo punto stendete una sottile linea di eye liner nero per intensificare le ciglia e ultimate il trucco con abbondante mascara, concentrandovi sulle ciglia più esterne. 
Per le labbra useremo una matita color carne per sottolinearle e un gloss dello stesso colore. Ai lati degli zigomi applicheremo un blush color pesca per enfatizzarli. Per terminare il nostro make up scegliamo un fard illuminante, color rosa chiarissimo, per dare luce al dorso del naso, al centro del mento e della fronte, alla parte interna degli zigomi e  all'arcata delle sopracciglia. 
Ecco ultimato il trucco di Charlize Theron. Un make up di grande eleganza adatto ad ogni occasione. 


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.


venerdì 28 settembre 2012

Come truccare gli occhi con la palpebra gonfia


Be Famous Academy - Corsi di trucco professionale.
Via Gaspare Gozzi 5 - 20129 Milano
Tel. 0237647432
www.befamousacademy.it
info@befamous.it


Molte donne hanno la palpebre mobile coperta da un rigonfiamento della piega palpebrale. Questa caratteristica può essere sia genetica, sia dovuta all’avanzamento dell’età.
Per correggere questo difetto dobbiamo ombreggiare totalmente la palpebra mobile e buona parte della palpebra fissa.
Come vi ho detto in precedenza, i colori scuri tendono a infossare e, in questo caso, abbiamo bisogno di far sembrare il rigonfiamento meno evidente, quindi utilizzeremo un ombretto scuro e opaco per truccare gli occhi. 




Gli ombretti perlati non sono assolutamente adatti perché evidenziano i difetti (rughe, gonfiori, ecc.), pertanto è bene utilizzarli solo su ragazze molto giovani.
Un altro stratagemma utilissimo per camuffare il rigonfiamento degli occhi è bordare il contorno degli occhi con una matita scura. Oltre a questo è importante accentuare il più possibile le ciglia superiori. Utilizzare il piegaciglia per arcuare le ciglia il più possibile, sopratutto nella parte centrale dell’occhio. Se questo non dovesse bastare, munitevi di ciglia finte. Noterete che mettendo le ciglia in maggiore risalto, il rigonfiamento della piega palpebrale verrà nascosto in modo egregio. 


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.

giovedì 27 settembre 2012

Corso make up: Come applicare il rossetto

Be Famous Academy - Corsi di trucco professionale.
Via Gaspare Gozzi 5 - 20129 Milano
Tel. 0237647432
www.befamousacademy.it
info@befamous.it


Le labbra sono un punto fondamentale per il make up del volto femminile. Delle belle labbra seducenti sono in grado di fare la differenza e trasformare un viso anonimo in un viso sensuale e affascinante.
E' importante capire esattamente come truccare le labbra e, sopratutto, come correggere delle labbra che non risultano perfette.


Oggi parleremo di come eseguire il trucco della bocca in maniera impeccabile.
Per prima cosa occorre idratare le labbra con un burro di cacao. Possiamo lasciare agire il prodotto mentre ci occupiamo di truccare il resto del volto. Una volta terminato, dobbiamo incipriare le labbra per garantire la migliore tenuta del rossetto. A questo punto tracceremo il contorno delle labbra con una matita adatta. Il mio consiglio è di quello di usare una matita di media durezza, in modo da avere un tratto lineare e preciso, senza sbavature. Per il labbro superiore il tratto deve sempre partire dal centro verso l'esterno. Per il labbro inferiore, invece, è preferibile partire dai lati e procedere verso il centro. L'utilizzo della matita è indispensabile per tracciare un contorno perfetto o per modificare i volumi delle labbra. Una volta ultimato il bordo, sfumate la matita verso l'interno. A questo punto utilizzate un rossetto dello stesso colore della matita e applicatelo con un pennello per labbra. Il pennello  deve essere sfregato sul rossetto con movimenti rotatori, in modo da far scaldare le cere del cosmetico ed avere così una resa migliore.
Applicate il rossetto partendo dall'interno delle labbra fino ai bordi tracciati con la matita.
Seguendo questo procedimento avrete delle labbra perfette e il vostro rossetto durerà molto a lungo, senza bisogno di ritocchi.


Questo sito internet realizzato da Web Designer Giosue Stavros, professionista che lavora come grafico pubblicitarioconsulente seo e web master. Realizza siti webfotoritoccologhidepliantflyercopertine, cataloghi e molto altro ancora.